SosTech. Come cambia il mercato mondiale delle app

0
179

There’s an app for that è forse lo slogan più noto della “second life” di Steve Jobs alla Apple, dopo il suo ritorno in grande stile nel 1996. Nate per illustrare le caratteristiche del primo rivoluzionario iPhone, di cui cade l’anniversario per i 10 anni proprio in questi giorni, queste parole possono a buon diritto essere considerate un profetico e fedele ritratto dell’era digitale attuale.

Applicazioni per tutto: per la musica, per i video, per segnarsi gli appuntamenti, per giocare, per chattare, per trovare lavoro o recensire i propri ristoranti preferiti.

Gli smartphone vengono utilizzati sempre di più con le app scaricate gratuitamente o a pagamento e sempre meno per la navigazione classica, come dimostra anche la retrospettiva 2016 di App Annie, uno dei più importanti istituti di ricerca in questo particolarissimo settore.

Clicca qui per leggere l’articolo completo.

LASCIA UN COMMENTO